0734 893283  |  388 0951011
info@poliambulatorioeb.it
LUN/VEN: 09.00-12.30   14.30-19.30  SAB: Chiuso
logo_png.png logo png 02
  • Home
  • Attività scientifica
  • News
  • Così la freschezza dura più a lungo

Così la freschezza dura più a lungo

Il deodorante perfetto per tutti? Non esiste. Meglio che ognuna di noi utilizzi quello giusto, secondo il tipo di pelle e lo stile di vita. Un’esigenza ancor più sentita in vista dei primi caldi. Ecco come scegliere il prodotto più adatto a te e utilizzarlo al meglio.

Dai battericidi agli antitraspiranti
Se leggi con attenzione l’etichetta sui deodoranti, comincerai a distinguere gli ingredienti presenti nelle formule. Per decidere così il più adatto a te.

I “batteriostatici”, per esempio, riducono la proliferazione dei batteri, responsabili del cattivo odore, senza alterare troppo la flora. In certi casi, inibiscono l’attività degli enzimi responsabili di questo meccanismo. Perfetti, se hai una sudorazione normale e vuoi una lunga tenuta. Il sudore è sgradevole? Può essere opportuno ricorrere a un deodorante “battericida”, in grado di agire in modo più radicale sulla flora batterica. Va usato solo in caso di effettiva necessità e, comunque, per periodi limitati, perché può scatenare reazioni allergiche. Lo stesso discorso vale per gli “anti-traspiranti”, che diminuiscono la secrezione di sudore. Da utilizzare non più di un mese, meglio se alternati con prodotti soft. A base di idrossido di alluminio, possono infatti infiammare le ghiandole sudoripare. Se invece l’odore è particolarmente acre, funzionano i “deo assorbenti”: arricchiti con derivati dello zinco (ossido e carbonato) eliminano, appunto, gli effetti della degradazione enzimatica, intervenendo sulla combinazione tra acidi grassi e sudore, e impedendone la liberazione nell’ambiente. Si tratta, in genere, di sostanze ben tollerate ma, per essere davvero efficaci, sono mixate con altri componenti. Sudi poco e solo quando fa molto caldo? Scegli un deodorante senza principi attivi, ma con sostanze aromatiche. Non elimina le cause del problema, ma maschera, seppure per breve tempo, i cattivi odori. Attenzione, però: alcune di queste essenze possono irritare le pelli più sensibili, sviluppando, talvolta, dermatiti da contatto.

Crema, stick o salvietta?
Anche la texture influisce sulla performance dei prodotti e può variare secondo le esigenze. I deodoranti in crema o in gel, per esempio, si distribuiscono con facilità in qualunque zona del corpo e, grazie alla loro azione prolungata, sono indicati per chi suda molto o trascorre gran parte della giornata all’aria aperta. Minore la copertura degli spray. Se contengono alcol possono irritare la pelle reattiva. In tal caso, meglio prediligere il roll-on. Non solo per le valenze idratanti e lenitive della sua formula, ma anche per la biglia di cui è provvisto, che permette un passaggio più dolce, quasi impercettibile. In più, prova a stendere sotto le ascelle o all’interno dei vestiti un po’ di borotalco all’avena. La freschezza è garantita e soprattutto naturale. Infine, molto pratici i deodoranti in stick, che devono i loro effetti prolungati all’elevata concentrazione di principi attivi. Stai viaggiando? Ricorda di portare sempre con te una confezione di salviettine deodoranti. Comode e pronte all’uso, sono imbevute di sostanze assorbenti.

Consigli per usare al meglio il vostro deodorante
E ora che hai deciso il deodorante giusto per te, devi usarlo in modo corretto. Il primo consiglio? Non abusarne. Questi prodotti, anche i più delicati, vanno infatti applicati non più di due volte al giorno, per non alterare l’equilibrio cutaneo. Da evitare assolutamente i “ritocchi”. Prima di aggiungere quantità supplementari, è necessario detergere con cura e poi asciugare la parte interessata. E mai applicarli dopo la depilazione, qualunque sia il metodo prescelto (crema, rasoio, epilatore o ceretta). Sei in vacanza? Ricorda di non usare il deodorante prima di esporti al sole. Potrebbe scatenare fenomeni di foto-sensibilizzazione, specie se contiene alcol. Se sudi troppo, evita i tessuti sintetici, perché non assorbono e non lasciano evaporare il sudore, prediligendo piuttosto la biancheria in cotone bianco. Ed elimina i peli dalle zone a rischio: favoriscono l’accumulo e la persistenza di batteri. Persino l’alimentazione conta. Cipolla, aglio, peperone e curry possono rendere più sgradevole la sudorazione.

di Monica Caiti
(fonte: donnainsalute.it /bellezza-e-medicina-estetica)

Così la freschezza dura più a lungo

Newsletter

Iscriviti alla newsletter del poliambulatorio per rimanere aggiornato su eventi e promozioni!

Captcha non valido
Accetta la privacy

Contatti

Montegranaro (FM) 0734 893283 Cell.  388.0951011


logo whatsapp  Montegranaro 388.0951011 

 

Orari

LUN/VEN: 09.00 - 12.30
  14.30 - 19.30
SAB: Chiuso

Partner mobile

  • Farmacia Bisacci
  • Marina Romoli onlus
  • Hotel Horizon
  • Corrinforma
  • Società italiana flebologia
  • Registo italiano flebologi
  • Ialuronico.info
  • S.I.TO.D. Società Italiana Onde D'urto
  • Fondo Salute

Partner

  • Farmacia Bisacci
  • Marina Romoli onlus
  • Hotel Horizon
  • Corrinforma
  • Società italiana flebologia
  • Registo italiano flebologi
  • Ialuronico.info
  • S.I.TO.D. Società Italiana Onde D'urto
  • Fondo Salute